19 Aprile 2019
news
percorso: Home > news > notizie 2019

Chiusura strada provinciale 32 "Camastra": comitato cittadino ed istituzioni locali si mobilitano. Breve storia della strada: oltre trent'anni di ritardi

10-03-2019 12:56 - notizie 2019
VAL CAMASTRA - Era prevista per questa sera, alle ore 20, la riapertura della strada provinciale 32 “Camastra”, dopo oltre sei mesi di attesa. La più importante arteria viaria della Val Camastra, invece, resterà chiusa per chissà quanto tempo ancora. La strada che unisce i piccoli centri della Valle del Camastra e dell'Alto Sauro alla statale “Basentana” è interdetta al transito dallo scorso 3 settembre (per lavori di ammodernamento), creando notevoli disagi alle popolazioni dell’area e ai tantissimi automobilisti. «La chiusura della strada provinciale 32 “Camastra” sarà limitata a poco più di sei mesi», aveva annunciato, nello scorso mese di agosto, l'amministrazione provinciale. Purtroppo non è stato così. «Le avversità atmosferiche, che hanno funestato il territorio dallo scorso mese di dicembre - ha spiegato recentemente, in una nota, la Provincia di Potenza - hanno determinato lo slittamento della riapertura dell’arteria». La notizia era circolata già da diverse settimane. Dopo sei mesi di isolamento, le popolazioni della Val Camastra attendono risposte concrete dall’amministrazione provinciale. Cittadini ed amministratori locali si sono mobilitati. Dopo la nota pubblicata dalla Provincia, il Comune di Calvello ha convocato un consiglio comunale straordinario per domani, lunedì 11 marzo, alle ore 19, presso la sala convegni del convento Santa Maria de Plano. Alla seduta consiliare sono stati invitati il prefetto di Potenza, il presidente della Provincia, i sindaci, gli amministratori e tutti i cittadini del comprensorio Camastra-Alto Sauro. Qualche settimana fa era stato il gruppo consiliare di minoranza di Calvello, “Liberi di ricominciare”, a chiedere la convocazione di un consiglio comunale straordinario, «al fine di individuare le opportune ed urgenti decisioni per consentire la riapertura della strada provinciale 32 “Camastra”». Oltre alle istituzioni locali, si stanno mobilitando anche tanti cittadini dell’area. Si vuole fare squadra, grazie anche alla costituzione di un comitato, che sta raccogliendo adesioni e consensi da più parti: da Calvello e Laurenzana in primis. Giovedì scorso si è tenuto, a Calvello, il primo incontro del comitato cittadino e, durante l’assemblea, è emerso che bisogna partecipare in massa al consiglio comunale straordinario di lunedì sera. L’obiettivo è quello di consegnare, alle varie istituzioni presenti alla seduta consiliare, un documento, con il quale si chiederà l’esecuzione urgente dei lavori e la riapertura, in tempi brevi, della strada provinciale 32. Intanto, in attesa della riapertura della strada “Camastra” (si spera il prima possibile), i numerosi automobilisti devono fare i conti con la viabilità alternativa. I mesi invernali sono stati un disastro tra neve e ghiaccio. La strada più frequentata è la statale 92 in direzione di Rifreddo, per poi raggiungere il capoluogo. Per gli automobilisti di Anzi è stata rimodernata la strada provinciale 16 “Marsicana” (primo tronco), in direzione di Trivigno. Molti pendolari laurenzanesi, infine, sono costretti a percorrere la strada Laurenzana-Castelmezzano, immersa tra i boschi, nelle vicinanze del monte Caperrino. (Donato Pavese)

- ARTICOLO "IL QUOTIDIANO" -


--- BREVE STORIA DELLA STRADA: OLTRE TRENT'ANNI DI RITARDI ---

VAL CAMASTRA - Oltre trent’anni di attese, di speranze, di intoppi giudiziari e burocratici hanno gravemente danneggiato un’intera area, intenta a voler rifiorire e ad uscire dall’incubo dell’isolamento. La complessa storia della strada provinciale 32 “Camastra” è iniziata nella seconda metà degli anni Ottanta, grazie alla felice intuizione degli amministratori dell’epoca. Il primo progetto è stato finanziato dall’Agenzia per la promozione dello sviluppo del Mezzogiorno ed il successivo appalto è stato aggiudicato nel 1990. Poi un contenzioso ha determinato il fermo dei lavori, fino alla risoluzione contrattuale con l’Ati aggiudicatrice nel 2000. Nel 2004 il secondo appalto e nel 2005 c’è stata la consegna dei lavori per un importo superiore ai 6 milioni di euro. L’ultimazione dei lavori del primo lotto della variante alla strada provinciale 32 era prevista, inizialmente, per marzo 2007. Nel 2009 la Provincia di Potenza, utilizzando le risorse rivenienti da una rimodulazione dei fondi Fas, ha destinato circa 13 milioni di euro per l’intero progetto. Il 13 agosto del 2011 è stato inaugurato ed aperto al transito il primo tratto della variante alla strada provinciale 32 “Camastra”. I lavori del secondo lotto sono stati consegnati a dicembre dello stesso anno per un importo di circa 6 milioni di euro. Iniziati dopo molti mesi, i lavori sono stati interrotti nel 2015, a causa di un contenzioso con l’impresa affidataria. Dopo la conclusione di un lungo procedimento transattivo, i lavori sono stati riconsegnati il 26 giugno scorso. (Donato Pavese)

- ARTICOLO "IL QUOTIDIANO" -


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
NORMATIVA SULLA PRIVACY

Informativa ai sensi dell´art. 13 del Codice della Privacy

Ai sensi dell´articolo 13 del codice della D.Lgs. 196/2003, vi rendiamo le seguenti informazioni.

Finalità del trattamento

I dati possono essere raccolti per una o più delle seguenti finalità:
1)fornire l´accesso ad aree riservate del Portale e di Portali/siti collegati con il presente e all´invio di comunicazioni anche di carattere commerciale, notizie, aggiornamenti sulle iniziative dell´associazione La voce lucana
2)eseguire gli obblighi previsti da leggi o regolamenti;
3)gestione contatti;

Modalità del trattamento

I dati verranno trattati con le seguenti modalità:
1)raccolta dati con modalità single-opt, in apposito database;
2)registrazione ed elaborazione su supporto cartaceo e/o magnetico;
3)organizzazione degli archivi in forma prevalentemente automatizzata, ai sensi del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B del Codice della Privacy.

Natura obbligatoria

Tutti i dati richiesti sono obbligatori.

Soggetti a cui dati potranno essere comunicati i dati personali

I dati raccolti potranno essere comunicati a:
soggetti che debbano avere accesso ai dati, come da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie.

Diritti dell´interessato

Ai sensi ai sensi dell´art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del Codice della Privacy, vi segnaliamo che i vostri diritti in ordine al trattamento dei dati sono:
- conoscere, mediante accesso gratuito l´esistenza di trattamenti di dati che possano riguardarvi;
- essere informati sulla natura e sulle finalità del trattamento
- ottenere a cura del titolare, senza ritardo:
- la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l´esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
- l´aggiornamento, la rettifica ovvero, qualora vi abbia interesse, l´integrazione dei dati esistenti;
- opporvi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che vi riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- Vi segnaliamo che il titolare del trattamento ad ogni effetto di legge è:

associazione La voce lucana
Via r margherita
85014 laurenzana (pz)
- Per esercitare i diritti previsti all´art. 7 del Codice della Privacy ovvero per la cancellazione dei vostri dati dall´archivio, è sufficiente contattarci attraverso uno dei canali messi a disposizione.
Tutti i dati sono protetti attraverso l´uso di antivirus, firewall e protezione attraverso password.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio