10 Maggio 2021
news
percorso: Home > news > notizie 2017

Accoglienza migranti: "alcuni sindaci preferiscono lasciare la questione nell´ombra. Il problema verrà sollevato solo all´arrivo dei migranti nei paesi"

06-08-2017 07:34 - notizie 2017
LA QUESTIONE dei migranti è un tema all´ordine del giorno in molti centri lucani. In un recente incontro, la prefettura di Potenza aveva sollecitato i sindaci ad assicurare l´accoglienza dei migranti, nei rispettivi territori, in numeri contenuti e rapportati alla popolazione, in modo da realizzare l´accoglienza diffusa, auspicata dal Ministero dell´Interno e concordata con l´Anci (Associazione nazionale comuni italiani). L´accordo nazionale prevede l´accoglienza di 2,5 richiedenti asilo ogni mille abitanti. In diversi paesi del potentino, come Calvello e Tolve, le amministrazioni comunali, i gruppi consiliari stanno affrontando la tematica, informando preventivamente la popolazione sul possibile arrivo di migranti sul territorio. In altri comuni, invece, sindaci ed amministrazioni comunali tacciono, in barba alla tanto sbandierata trasparenza, tradendo, così, la fiducia della collettività. Una premessa è d´obbligo: le amministrazioni comunali vengono informate anticipatamente dalla prefettura sui progetti presentati da privati per l´accoglienza di migranti e, pertanto, non possono dire di non sapere. Su questo delicato tema è intervenuta la sindaca di Calvello, Maria Anna Falvella, in un commento di risposta su Facebook al gruppo consiliare di minoranza "Liberi di ricominciare". Durante l´incontro in prefettura sulla questione dei migranti, «ho invitato gli altri sindaci a dare pubblica informativa della situazione. A qualche sindaco vicino ho anche chiesto se volevamo procedere insieme - ha aggiunto la prima cittadina di Calvello - ma non sono in molti a pensare che sia meglio informare e sollevare il problema prima, in modo che la cittadinanza sia consapevole». La sindaca Falvella ha rincarato la dose. «Alcuni sindaci preferiscono lasciare la questione nell´ombra - ha puntualizzato - e, poi, se vengono interpellati all´ultimo momento con i pullman in arrivo, solo allora si affronterà il tema». E´ forte la preoccupazione in diversi centri del potentino. La sindaca di Calvello, Maria Anna Falvella, insediatasi da meno di due mesi, ha una parola d´ordine: "trasparenza". Pertanto si è espressa anche sulle cooperative, che traggono profitto, grazie all´accoglienza dei migranti. «Quasi nessun Comune ha strutture pubbliche adeguate per l´accoglienza e, quindi, le cooperative devono rivolgersi a privati, vista la carenza e l´indisponibilità di grandi strutture, anche e soprattutto case sfitte. In tanti lavorano nell´ombra. La Prefettura di Potenza - ha sottolineato la sindaca Falvella - ha correttamente rivolto un appello pubblico alle popolazioni, per il tramite dei sindaci, e per ora essa stessa ha parlato di piano d´emergenza, che eviti la concentrazione e favorisca la diffusione di piccoli numeri». «Questo - ha concluso - rende meno interessate le cooperative ai piccoli paesi, perché con un numero esiguo molti riscontrano di non poter sostenere i costi di tenuta della struttura a cui sono obbligati dalla legge. Se si arriverà ad ordinanze prefettizie non lo possiamo sapere». (Donato Pavese)

- ARTICOLO "IL QUOTIDIANO" -

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
NORMATIVA SULLA PRIVACY

Informativa ai sensi dell´art. 13 del Codice della Privacy

Ai sensi dell´articolo 13 del codice della D.Lgs. 196/2003, vi rendiamo le seguenti informazioni.

Finalità del trattamento

I dati possono essere raccolti per una o più delle seguenti finalità:
1)fornire l´accesso ad aree riservate del Portale e di Portali/siti collegati con il presente e all´invio di comunicazioni anche di carattere commerciale, notizie, aggiornamenti sulle iniziative dell´associazione La voce lucana
2)eseguire gli obblighi previsti da leggi o regolamenti;
3)gestione contatti;

Modalità del trattamento

I dati verranno trattati con le seguenti modalità:
1)raccolta dati con modalità single-opt, in apposito database;
2)registrazione ed elaborazione su supporto cartaceo e/o magnetico;
3)organizzazione degli archivi in forma prevalentemente automatizzata, ai sensi del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B del Codice della Privacy.

Natura obbligatoria

Tutti i dati richiesti sono obbligatori.

Soggetti a cui dati potranno essere comunicati i dati personali

I dati raccolti potranno essere comunicati a:
soggetti che debbano avere accesso ai dati, come da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie.

Diritti dell´interessato

Ai sensi ai sensi dell´art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del Codice della Privacy, vi segnaliamo che i vostri diritti in ordine al trattamento dei dati sono:
- conoscere, mediante accesso gratuito l´esistenza di trattamenti di dati che possano riguardarvi;
- essere informati sulla natura e sulle finalità del trattamento
- ottenere a cura del titolare, senza ritardo:
- la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l´esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
- l´aggiornamento, la rettifica ovvero, qualora vi abbia interesse, l´integrazione dei dati esistenti;
- opporvi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che vi riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- Vi segnaliamo che il titolare del trattamento ad ogni effetto di legge è:

associazione La voce lucana
Via r margherita
85014 laurenzana (pz)
- Per esercitare i diritti previsti all´art. 7 del Codice della Privacy ovvero per la cancellazione dei vostri dati dall´archivio, è sufficiente contattarci attraverso uno dei canali messi a disposizione.
Tutti i dati sono protetti attraverso l´uso di antivirus, firewall e protezione attraverso password.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio