25 Settembre 2020

A Calvello petizione popolare contro l´accoglienza dei migranti. In paese "escalation di paura e dissenso"

22-07-2017 19:13 - notizie val camastra e basilicata 2017
CALVELLO - L´accoglienza dei migranti è un tema scottante e molto discusso, quest´estate, a Calvello. Da giorni non si parla d´altro nel piccolo centro della Val Camastra. Si susseguono assemblee pubbliche ed interrogazioni consiliari. La notizia del possibile arrivo di un gruppo di migranti ha destato preoccupazione tra la popolazione calvellese. Lo scorso 15 luglio, infatti, l´amministrazione comunale di Calvello è stata informata, dalla prefettura di Potenza, della candidatura di un progetto di accoglienza, in appartamenti privati, di dieci migranti nel centro del paese. Il gruppo consiliare di minoranza "Liberi di Ricominciare" ha promosso una petizione popolare per dire "no" alla destinazione dei migranti, presso strutture pubbliche e private di Calvello. «La raccolta delle firme - hanno spiegato i promotori della petizione - è stata attivata per dare voce al popolo, perché bisogna seguire la volontà della popolazione e non quella di poche persone, impegnandoci affinché prevalga l´interesse ed il bene della comunità calvellese». E´ stato chiesto, inoltre, al sindaco di convocare un consiglio comunale straordinario sulla questione accoglienza dei migranti entro il 5 agosto, per poter discutere su un´eventuale iniziativa unitaria e conoscere la volontà e la posizione della maggioranza consiliare. Il gruppo "Liberi di Ricominciare" ha rimarcato la sua linea: «ci si oppone all´accoglienza di migranti, soprattutto di prima accoglienza, perché contrari ad ogni forma di business pubblico o privato, che si nasconde dietro i principi di solidarietà ed umanità». Anche il neo sindaco di Calvello, Maria Anna Falvella, ha fatto sentire la sua voce su questa delicata questione, inviando una lettera al Prefetto di Potenza. «Come già comunicato nel corso della riunione in Prefettura, in merito all´emergenza migranti - ha spiegato il primo cittadino - confermo che nel comune di Calvello non sussistono strutture pubbliche adeguate alla destinazione richiesta e che i titolari delle strutture ricettive ci risultano non interessati all´accoglienza». «Consapevole della drammatica situazione che l´Italia sta affrontando riguardo alla più grande ondata migratoria mai registrata e, pur convinta della validità della formula di accoglienza diffusa, questa amministrazione non può esimersi dal segnalare l´escalation di paura e di dissenso in corso nel paese. Parte rilevante della comunità - ha aggiunto il sindaco Falvella - ha espresso l´assoluto dissenso per l´arrivo di migranti nel nostro comune, nonché la volontà di manifestarlo in tutte le forme consentite dalla nostra legislazione». Nella missiva il sindaco di Calvello, Maria Anna Falvella, ha ribadito la contrarietà della popolazione ed il timore di tensione e problemi di ordine pubblico, che potrebbero scaturirne. Rispondendo, poi, ad un´interrogazione consiliare del gruppo di minoranza, il primo cittadino ha invitato «i consiglieri alla necessaria prudenza e ad un equilibrato senso di responsabilità, affinché il democratico e lecito confronto comune sull´argomento non inneschi, pur involontariamente, un pericoloso circuito di tensione sociale e di ordine pubblico, nel caso in cui (nel pieno rispetto della normativa vigente) ci dovessimo trovare ad affrontare un progetto di accoglienza migranti, già non bene accetto a parte rilevante della popolazione». (Donato Pavese)

- ARTICOLO "IL QUOTIDIANO" -

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
NORMATIVA SULLA PRIVACY

Informativa ai sensi dell´art. 13 del Codice della Privacy

Ai sensi dell´articolo 13 del codice della D.Lgs. 196/2003, vi rendiamo le seguenti informazioni.

Finalità del trattamento

I dati possono essere raccolti per una o più delle seguenti finalità:
1)fornire l´accesso ad aree riservate del Portale e di Portali/siti collegati con il presente e all´invio di comunicazioni anche di carattere commerciale, notizie, aggiornamenti sulle iniziative dell´associazione La voce lucana
2)eseguire gli obblighi previsti da leggi o regolamenti;
3)gestione contatti;

Modalità del trattamento

I dati verranno trattati con le seguenti modalità:
1)raccolta dati con modalità single-opt, in apposito database;
2)registrazione ed elaborazione su supporto cartaceo e/o magnetico;
3)organizzazione degli archivi in forma prevalentemente automatizzata, ai sensi del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B del Codice della Privacy.

Natura obbligatoria

Tutti i dati richiesti sono obbligatori.

Soggetti a cui dati potranno essere comunicati i dati personali

I dati raccolti potranno essere comunicati a:
soggetti che debbano avere accesso ai dati, come da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie.

Diritti dell´interessato

Ai sensi ai sensi dell´art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del Codice della Privacy, vi segnaliamo che i vostri diritti in ordine al trattamento dei dati sono:
- conoscere, mediante accesso gratuito l´esistenza di trattamenti di dati che possano riguardarvi;
- essere informati sulla natura e sulle finalità del trattamento
- ottenere a cura del titolare, senza ritardo:
- la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l´esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
- l´aggiornamento, la rettifica ovvero, qualora vi abbia interesse, l´integrazione dei dati esistenti;
- opporvi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che vi riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- Vi segnaliamo che il titolare del trattamento ad ogni effetto di legge è:

associazione La voce lucana
Via r margherita
85014 laurenzana (pz)
- Per esercitare i diritti previsti all´art. 7 del Codice della Privacy ovvero per la cancellazione dei vostri dati dall´archivio, è sufficiente contattarci attraverso uno dei canali messi a disposizione.
Tutti i dati sono protetti attraverso l´uso di antivirus, firewall e protezione attraverso password.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio