27 Febbraio 2021
news
percorso: Home > news > notizie 2021

Ribattezzata "la strada della vergogna": la provinciale 32 “Camastra” è chiusa da trenta mesi per lavori (infiniti) di ammodernamento

22-02-2021 18:39 - notizie 2021
VAL CAMASTRA - E’ stata ribattezzata “la strada della vergogna” dalle popolazioni dell’area. Parliamo della provinciale 32 “Camastra”, chiusa al transito veicolare da ben trenta mesi, per lavori (infiniti) di ammodernamento. La riapertura della strada era prevista un anno fa (marzo 2020). La principale arteria viaria della Val Camastra è strategica per l’intera area, perché collega, in tempi rapidi, la statale 92 alla statale 407 “Basentana” (all’altezza del bivio di Albano di Lucania). Nonostante sia ufficialmente chiusa dal 3 settembre 2018, negli ultimi due mesi la strada provinciale 32 era nuovamente tornata ad essere accessibile ai tantissimi automobilisti. Venerdì scorso, però, è arrivata la doccia gelata. La circolazione è stata nuovamente interdetta: grossi blocchi di cemento ostruiscono il passaggio degli autoveicoli. E’ ricominciata, così, l’odissea per gli automobilisti, che quotidianamente devono affrontare giri interminabili, utilizzando i percorsi alternativi (perlopiù tortuosi ed in alcuni casi sconnessi). La chiusura della strada, inoltre, ha messo in ginocchio, negli ultimi anni, la fragile economia locale. Sui social si è scatenata l’ira degli utenti, per questo «ennesimo sopruso che affligge la nostra valle, da anni dimenticata». I due comitati cittadini di Calvello e Laurenzana “per la riapertura della Sp 32” sono pronti a dar battaglia ancora una volta. E’ stata anche promossa una petizione on-line su change.org, indirizzata alla Provincia di Potenza: “riaprire definitivamente la Sp 32”. In poco più di ventiquattro ore hanno firmato quasi trecento utenti. In una recente missiva, datata 22 gennaio ed inviata al presidente della Provincia, al prefetto di Potenza ed ai sindaci dei Comuni dell’area, i comitati cittadini di Calvello e Laurenzana avevano sottolineato «l’obbligo dell’impresa ad eseguire i lavori anche in presenza del traffico veicolare - come recita testualmente l’articolo 32 del capitolato speciale d’appalto - prendendo ogni provvedimento atto allo scorrimento del traffico stesso in piena sicurezza e senza interruzioni». Ad oggi, invece, i blocchi di cemento sbarrano la strada. Ricordiamo, inoltre, che lo scorso 11 novembre, durante un incontro in videoconferenza con il prefetto Vardè, il presidente della Provincia di Potenza, Guarino, si impegnò «ad incaricare i tecnici competenti per l’avvio delle operazioni di collaudo, da completarsi entro il termine massimo di sessanta giorni, a conclusione delle quali la strada sarà definitivamente riaperta al traffico». Di giorni ne sono trascorsi cento da quella data e le popolazioni della Val Camastra hanno davvero perso la pazienza. (Donato Pavese)

- ARTICOLO "IL QUOTIDIANO" -


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
NORMATIVA SULLA PRIVACY

Informativa ai sensi dell´art. 13 del Codice della Privacy

Ai sensi dell´articolo 13 del codice della D.Lgs. 196/2003, vi rendiamo le seguenti informazioni.

Finalità del trattamento

I dati possono essere raccolti per una o più delle seguenti finalità:
1)fornire l´accesso ad aree riservate del Portale e di Portali/siti collegati con il presente e all´invio di comunicazioni anche di carattere commerciale, notizie, aggiornamenti sulle iniziative dell´associazione La voce lucana
2)eseguire gli obblighi previsti da leggi o regolamenti;
3)gestione contatti;

Modalità del trattamento

I dati verranno trattati con le seguenti modalità:
1)raccolta dati con modalità single-opt, in apposito database;
2)registrazione ed elaborazione su supporto cartaceo e/o magnetico;
3)organizzazione degli archivi in forma prevalentemente automatizzata, ai sensi del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B del Codice della Privacy.

Natura obbligatoria

Tutti i dati richiesti sono obbligatori.

Soggetti a cui dati potranno essere comunicati i dati personali

I dati raccolti potranno essere comunicati a:
soggetti che debbano avere accesso ai dati, come da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie.

Diritti dell´interessato

Ai sensi ai sensi dell´art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del Codice della Privacy, vi segnaliamo che i vostri diritti in ordine al trattamento dei dati sono:
- conoscere, mediante accesso gratuito l´esistenza di trattamenti di dati che possano riguardarvi;
- essere informati sulla natura e sulle finalità del trattamento
- ottenere a cura del titolare, senza ritardo:
- la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l´esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
- l´aggiornamento, la rettifica ovvero, qualora vi abbia interesse, l´integrazione dei dati esistenti;
- opporvi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che vi riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- Vi segnaliamo che il titolare del trattamento ad ogni effetto di legge è:

associazione La voce lucana
Via r margherita
85014 laurenzana (pz)
- Per esercitare i diritti previsti all´art. 7 del Codice della Privacy ovvero per la cancellazione dei vostri dati dall´archivio, è sufficiente contattarci attraverso uno dei canali messi a disposizione.
Tutti i dati sono protetti attraverso l´uso di antivirus, firewall e protezione attraverso password.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio