29 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > notizie 2014

Laurenzana, bocciato in Consiglio lo "Sblocca Italia". La provocazione dell´ex sindaco Urga. Rischio ampliamento concessione Gorgoglione

22-12-2014 09:31 - notizie 2014
Il Consiglio comunale di Laurenzana
LAURENZANA - Si allarga il fronte del "no" alla legge "Sblocca Italia". Anche il Consiglio comunale di Laurenzana, all´unanimità, ha bocciato l´articolo 38 del Decreto Legge 133/2014, chiedendo alla Regione Basilicata di «presentare ricorso per l´incostituzionalità della norma». Mentre il Consiglio comunale di Laurenzana si è espresso negativamente alla legge "Sblocca Italia", dal palazzo della Regione è arrivata una comunicazione, relativa all´attivazione della procedura Via (Valutazione di impatto ambientale) per "l´ampliamento della concessione mineraria Gorgoglione", presentata dalla Total. La lettera, datata 25 novembre, è stata inviata anche ai Comuni di Anzi, Brindisi Montagna, Castelmezzano e Trivigno. Secondo la Ola (Organizzazione lucana ambientalista) «amministratori e residenti rischiano di trovarsi di fronte al fatto compiuto, in assenza di chiarezza da parte della Regione su quali potranno essere gli iter ed i tempi per il rilascio delle autorizzazioni richieste dalla compagnia mineraria, che già opera nel triangolo petrolifero situato tra Corleto Perticara, Guardia Perticara e Gorgoglione». «Si passerebbe dagli attuali 290 chilometri quadrati - stando a quanto riportato dalla Ola - ai ben 370 chilometri quadrati di ampliamento, affacciandosi, così, dalla Val d´Agri alla Val Basento, passando per le valli del Sauro-Camastra». La Total afferma che l´ampliamento richiesto consentirà di realizzare un´area di protezione a maggior tutela, dal punto di vista amministrativo, del giacimento "Tempa Rossa". «L´intera procedura - ha affermato la Ola - in base alla legge "Sblocca Italia", diventerebbe di competenza dei Ministeri, mettendo i comuni di fronte al fatto compiuto». A proposito dello "Sblocca Italia", durante l´ultima seduta del Consiglio comunale di Laurenzana, l´ex sindaco ed attuale consigliere di minoranza Domenico Urga, pur votando contro l´articolo 38 del Decreto Legge 133/2014, ha sollevato alcune perplessità. «In Basilicata - ha evidenziato Urga - ci sono autorizzazioni concesse ad Eni e Total per l´estrazione di ben 180 mila barili di petrolio al giorno. Ad oggi si estrae la metà, con una ricaduta di un 1 miliardo e 200 milioni di euro per la Regione Basilicata, che li ha mal gestiti». «Infatti - ha aggiunto l´ex sindaco Domenico Urga - non si sono mai visti risultati sul territorio dal punto di vista occupazionale». Domenico Urga ha, poi, sollevato un´altra questione: «con le royalties derivanti dal petrolio non si dovranno pagare gli stipendi ai dipendenti di Acquedotto Lucano, come si vocifera, ma produrre nuovi posti di lavoro». Pertanto, ha concluso Domenico Urga nel suo intervento, «se la Regione Basilicata non è in grado di gestire, in maniera efficiente, i fondi provenienti dal petrolio, ben venga la gestione dello Stato». Sulla questione petrolio e legge "Sblocca Italia" è intervenuto anche il consigliere comunale di maggioranza, Francesco Pavese, che si è espresso in questi termini: «se da vent´anni le multinazionali Total ed Eni hanno contrattato con i governatori regionali e questi sono stati i risultati, figuriamoci cosa accadrebbe se queste multinazionali petrolifere contrattassero direttamente con lo Stato». (Donato Pavese)

LEGGI L´ARTICOLO >>

VISUALIZZA IL VIDEO >>


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
NORMATIVA SULLA PRIVACY

Informativa ai sensi dell´art. 13 del Codice della Privacy

Ai sensi dell´articolo 13 del codice della D.Lgs. 196/2003, vi rendiamo le seguenti informazioni.

Finalità del trattamento

I dati possono essere raccolti per una o più delle seguenti finalità:
1)fornire l´accesso ad aree riservate del Portale e di Portali/siti collegati con il presente e all´invio di comunicazioni anche di carattere commerciale, notizie, aggiornamenti sulle iniziative dell´associazione La voce lucana
2)eseguire gli obblighi previsti da leggi o regolamenti;
3)gestione contatti;

Modalità del trattamento

I dati verranno trattati con le seguenti modalità:
1)raccolta dati con modalità single-opt, in apposito database;
2)registrazione ed elaborazione su supporto cartaceo e/o magnetico;
3)organizzazione degli archivi in forma prevalentemente automatizzata, ai sensi del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B del Codice della Privacy.

Natura obbligatoria

Tutti i dati richiesti sono obbligatori.

Soggetti a cui dati potranno essere comunicati i dati personali

I dati raccolti potranno essere comunicati a:
soggetti che debbano avere accesso ai dati, come da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie.

Diritti dell´interessato

Ai sensi ai sensi dell´art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del Codice della Privacy, vi segnaliamo che i vostri diritti in ordine al trattamento dei dati sono:
- conoscere, mediante accesso gratuito l´esistenza di trattamenti di dati che possano riguardarvi;
- essere informati sulla natura e sulle finalità del trattamento
- ottenere a cura del titolare, senza ritardo:
- la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l´esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
- l´aggiornamento, la rettifica ovvero, qualora vi abbia interesse, l´integrazione dei dati esistenti;
- opporvi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che vi riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- Vi segnaliamo che il titolare del trattamento ad ogni effetto di legge è:

associazione La voce lucana
Via r margherita
85014 laurenzana (pz)
- Per esercitare i diritti previsti all´art. 7 del Codice della Privacy ovvero per la cancellazione dei vostri dati dall´archivio, è sufficiente contattarci attraverso uno dei canali messi a disposizione.
Tutti i dati sono protetti attraverso l´uso di antivirus, firewall e protezione attraverso password.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio