19 Novembre 2019
news
percorso: Home > news > notizie 2019

La Val Camastra è stanca di essere presa in giro. E' in ginocchio da 14 mesi per la chiusura della strada provinciale 32. Improbabile la riapertura a senso unico alternato prima dell'inverno

20-10-2019 07:51 - notizie 2019
LAURENZANA - «La Val Camastra è stanca di essere presa in giro. Da oltre un anno le aziende presenti sul territorio sono paralizzate e rischiano la chiusura definitiva. La strada provinciale 32 deve essere riaperta prima di quest'inverno». Le sollecitazioni delle popolazioni, degli amministratori e dei comitati cittadini della Val Camastra si sono fatte sentire, con toni accesi, nelle oltre due ore e mezza del consiglio comunale straordinario di Laurenzana, richiesto dal gruppo di minoranza “Riflettiamo Insieme”. Il nodo della questione è la mancata riapertura della più importante arteria viaria della Val Camastra, che ha già messo in ginocchio un'intera area da oltre quattrocento giorni. La strada provinciale 32 “Camastra” è chiusa al transito dal 3 settembre dello scorso anno, per lavori di ammodernamento. Lavori che vanno a rilento, come è stato sottolineato più volte dai comitati cittadini. Una prima riapertura della strada era prevista per lo scorso 10 marzo. «Rinvio determinato dalle avversità atmosferiche»: questa la motivazione addotta dalla Provincia di Potenza. Nel mese di luglio era emersa la possibilità di aprire la strada entro la fine di novembre, a senso unico alternato. C'è ancora questa possibilità? Lo hanno chiesto in tanti al presidente della Provincia di Potenza, Rocco Guarino, constatata l'assenza di rappresentanti dell'impresa appaltatrice. «Farò di tutto per far riaprire la strada, a senso unico alternato, nei prossimi 45-60 giorni - ha spiegato Guarino - prima, però, vanno completate due terre armate, che la direzione dei lavori ha contestato all'impresa». Non c'è nulla di certo sulla riapertura dell'importante arteria viaria entro l'inizio della stagione invernale. «La ditta sta giocando con la Provincia e con le popolazioni della Val Camastra - è stato l'attacco dell'attuale consigliere comunale di minoranza ed ex sindaco di Laurenzana, Rocco Martoccia - e deve essere obbligata ad aprire la strada prima dell'inverno, altrimenti ci attiveremo per giungere ad una soluzione del problema». Da contratto la scadenza dei lavori è prevista per il mese di marzo del 2020 e «se l'impresa non dovesse rispettare i tempi - ha sottolineato il presidente della Provincia, Guarino - saremo durissimi ed applicheremo le penali». «Ai cittadini non interessano le penali - ha evidenziato il sindaco di Anzi, Filomena Graziadei - ma il senso unico alternato in tempi brevi e con maggiore manodopera». Per il primo cittadino di Corleto Perticara, Antonio Massari, «questa ditta appaltatrice non rispettava il territorio in passato, in altre circostanze, e non lo sta facendo neanche ora». «Bisogna mettere allo stesso tavolo - ha detto il sindaco di Calvello, Maria Anna Falvella - il direttore dei lavori, il Rup e l'impresa per comprendere il cronoprogramma ed ottenere risultati». E' intervenuta anche la consigliera regionale Dina Sileo, che ha chiesto che venga subito effettuato un sopralluogo e che venga garantito il senso unico alternato. «La Regione - ha rimarcato - è a disposizione per la risoluzione del problema». A riguardo, il sindaco di Laurenzana, Michele Ungaro, è stato convocato, per il 24 ottobre, dall'assessore regionale alle Infrastrutture, Donatella Merra. «Il Comune di Laurenzana - ha spiegato il sindaco Ungaro - intraprenderà azioni legali, qualora si acclari un eventuale danno alla comunità, a causa del protrarsi ingiustificato oltre la scadenza prevista dal contratto di appalto dei lavori». A breve, inoltre, sarà convocato un tavolo tecnico, per comprendere lo stato di avanzamento dei lavori e per dare un'accelerata. «Basta con le proroghe e con gli intoppi burocratici, atti a sforare i tempi - ha osservato Antonio Mazzarella del comitato cittadino di Calvello - noi tutti dobbiamo essere pronti anche a scendere in strada». (Donato Pavese)

- ARTICOLO "IL QUOTIDIANO" -





[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
NORMATIVA SULLA PRIVACY

Informativa ai sensi dell´art. 13 del Codice della Privacy

Ai sensi dell´articolo 13 del codice della D.Lgs. 196/2003, vi rendiamo le seguenti informazioni.

Finalità del trattamento

I dati possono essere raccolti per una o più delle seguenti finalità:
1)fornire l´accesso ad aree riservate del Portale e di Portali/siti collegati con il presente e all´invio di comunicazioni anche di carattere commerciale, notizie, aggiornamenti sulle iniziative dell´associazione La voce lucana
2)eseguire gli obblighi previsti da leggi o regolamenti;
3)gestione contatti;

Modalità del trattamento

I dati verranno trattati con le seguenti modalità:
1)raccolta dati con modalità single-opt, in apposito database;
2)registrazione ed elaborazione su supporto cartaceo e/o magnetico;
3)organizzazione degli archivi in forma prevalentemente automatizzata, ai sensi del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B del Codice della Privacy.

Natura obbligatoria

Tutti i dati richiesti sono obbligatori.

Soggetti a cui dati potranno essere comunicati i dati personali

I dati raccolti potranno essere comunicati a:
soggetti che debbano avere accesso ai dati, come da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie.

Diritti dell´interessato

Ai sensi ai sensi dell´art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del Codice della Privacy, vi segnaliamo che i vostri diritti in ordine al trattamento dei dati sono:
- conoscere, mediante accesso gratuito l´esistenza di trattamenti di dati che possano riguardarvi;
- essere informati sulla natura e sulle finalità del trattamento
- ottenere a cura del titolare, senza ritardo:
- la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l´esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
- l´aggiornamento, la rettifica ovvero, qualora vi abbia interesse, l´integrazione dei dati esistenti;
- opporvi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che vi riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- Vi segnaliamo che il titolare del trattamento ad ogni effetto di legge è:

associazione La voce lucana
Via r margherita
85014 laurenzana (pz)
- Per esercitare i diritti previsti all´art. 7 del Codice della Privacy ovvero per la cancellazione dei vostri dati dall´archivio, è sufficiente contattarci attraverso uno dei canali messi a disposizione.
Tutti i dati sono protetti attraverso l´uso di antivirus, firewall e protezione attraverso password.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio