26 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > notizie 2014

Calcio a 5, Serie D - L´Hurricane Laurenzana premiata come squadra più corretta del campionato di calcio a 5 2012/2013

23-06-2014 09:45 - notizie 2014
Adriano Martoccia ritira la coppa Disciplina. Altre immagini della manifestazione targata Figc Basilicata
POTENZA - Si è svolta, sabato 21 giugno, la cerimonia di premiazione delle società vincitrici di campionati e coppa Disciplina nella stagione 2012/2013. Un riconoscimento prestigioso anche per la squadra di calcio a 5 dell´Hurricane Laurenzana, che ha primeggiato nel suo girone per la correttezza e la lealtà, mostrate in campo durante l´intero campionato 2012/2013. L´Hurricane Laurenzana ha alzato al cielo la coppa Disciplina, ritirata dal dirigente e calciatore Adriano Martoccia. Non solo premiazioni, ma anche un incontro su temi interessanti, che riguardano il calcio dilettantistico come la comunicazione e il marketing, il 5 x 1000 e il vincolo per i calciatori dilettanti. La festa del calcio lucano, tenutasi nella gremita sala "Inguscio" a Potenza, è stata l´occasione per incontrare le società affiliate e dare continuità ad un dialogo proficuo con le stesse. I lavori si sono aperti con la proiezione di un video realizzato dagli studenti della classe 1^ D dell´IIS "Nitti-Falcone" di Potenza nell´ambito del progetto "Campioni senza trucco" promosso dalla Figc-Commissione antidoping e Unicef Italia. Dopo i saluti del presidente del Coni regionale, Leopoldo Desiderio, è toccato al presidente del Comitato regionale della Figc-Lnd Basilicata presentare l´evento. "Abbiamo inteso sfruttare quest´occasione - ha affermato Piero Rinaldi - per fornire alle società informazioni su tematiche da loro stesse sollecitate attraverso dei questionari che si sono rivelati uno strumento efficace per conoscere il loro pensiero, per mantenere un dialogo costante con le stesse società e per mettere a punto iniziative mirate sulle problematiche emerse in base alle loro esigenze". I risultati delle interviste sono stati presentati dal consigliere del CRB Antonio De Bonis. "Nelle scorse settimane abbiamo sottoposto alle 251 società affiliate al nostro Comitato (195 Lnd e 56 Sgs) un questionario su alcuni temi: iscrizione al Coni e al registro dedicato alle società dilettantistiche, utilizzo dello strumento di autofinaziamento del 5 x 1000 e utilità della figura di un tutor che aiutasse le società su questioni relative alla comunicazione e al marketing. Dall´esame delle interviste è emerso il seguente quadro: Delle 251 società affiliate ben 216 (delle quali 168 Lnd e 48 Sgs) sono iscritte al Coni, mentre 35 (delle quali 27 Lnd e 8 Sgs) non lo sono. Sono, inoltre, iscritte effettivamente al registro del Coni 156 società. Interessanti sono stati anche i dati relativi al 5 x 1000. Su 251 società affiliate solo 45 (42 Lnd e 3 Sgs) si sono attivate e sfruttano questo strumento, mentre ben 206 (153 Lnd e 53 Sgs) non lo hanno ancora fatto. Sulla questione relativa all´utilità di un tutor che le seguisse nelle azioni di comunicazione e marketing ben 234 società (180 Lnd e 54 Sgs) si sono dichiarate favorevoli, mentre solo 17 (15 Lnd e 2 Sgs) si sono dichiarate contrarie". In virtù di questi risultati il CRB sta già vagliando le disponibilità di alcune figure adatte a ricoprire tale incarico, mentre la questione relativa al 5 x 1000 è stata affrontata dal presidente del Matheola. "Le società sportive dilettantistiche - ha spiegato Giuseppe Montemurro - possono usufruire del 5 x 1000 se la loro attività prevalente ha fini sociali e specificando se hanno un settore giovanile con ragazzi fino ai 18 anni, se svolgono attività sportiva a favore di persone che hanno più di 60 anni e se svolgono attività sportiva per categorie di persone con disagio sociale, fisico o psichico. Altro vincolo è l´appartenenza ad una federazione sportiva nazionale o ente di promozione sportiva e soprattutto essere iscritti al Coni. Le procedure di iscrizione presso l´ Agenzia delle Entrate sono semplici e molto ben guidate dallo stesso sito dell´Agenzia e le trasmissioni devono essere telematiche. Per questo basta l´aiuto di un professionista o di un CAF. Invito, quindi, tutti a sfruttare meglio questo strumento di autofinanziamento utile soprattutto in un momento di crisi economica come l´attuale". E´ toccato, invece all´avvocato Salvatore Colonna affrontare il problema del vincolo per i calciatori dilettanti. "Sono sicuro - ha detto il consigliere federale - che con l´aiuto del Presidente federale Abete e del presidente del Coni Malagò la richiesta dell´Associazione Italiana Calciatori di abrogazione totale del vincolo sarà respinto. Invito, comunque, le società dilettantistiche lucane a non abbassare la guardia e di essere vigilanti. L´eventuale accoglimento della richiesta dell´Aic provocherebbe la desertificazione degli organici delle società dilettantistiche che dovrebbero, a quel punto, chiudere i battenti".

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
NORMATIVA SULLA PRIVACY

Informativa ai sensi dell´art. 13 del Codice della Privacy

Ai sensi dell´articolo 13 del codice della D.Lgs. 196/2003, vi rendiamo le seguenti informazioni.

Finalità del trattamento

I dati possono essere raccolti per una o più delle seguenti finalità:
1)fornire l´accesso ad aree riservate del Portale e di Portali/siti collegati con il presente e all´invio di comunicazioni anche di carattere commerciale, notizie, aggiornamenti sulle iniziative dell´associazione La voce lucana
2)eseguire gli obblighi previsti da leggi o regolamenti;
3)gestione contatti;

Modalità del trattamento

I dati verranno trattati con le seguenti modalità:
1)raccolta dati con modalità single-opt, in apposito database;
2)registrazione ed elaborazione su supporto cartaceo e/o magnetico;
3)organizzazione degli archivi in forma prevalentemente automatizzata, ai sensi del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B del Codice della Privacy.

Natura obbligatoria

Tutti i dati richiesti sono obbligatori.

Soggetti a cui dati potranno essere comunicati i dati personali

I dati raccolti potranno essere comunicati a:
soggetti che debbano avere accesso ai dati, come da norme di legge o di normative secondarie e/o comunitarie.

Diritti dell´interessato

Ai sensi ai sensi dell´art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti) del Codice della Privacy, vi segnaliamo che i vostri diritti in ordine al trattamento dei dati sono:
- conoscere, mediante accesso gratuito l´esistenza di trattamenti di dati che possano riguardarvi;
- essere informati sulla natura e sulle finalità del trattamento
- ottenere a cura del titolare, senza ritardo:
- la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l´esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
- l´aggiornamento, la rettifica ovvero, qualora vi abbia interesse, l´integrazione dei dati esistenti;
- opporvi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che vi riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
- Vi segnaliamo che il titolare del trattamento ad ogni effetto di legge è:

associazione La voce lucana
Via r margherita
85014 laurenzana (pz)
- Per esercitare i diritti previsti all´art. 7 del Codice della Privacy ovvero per la cancellazione dei vostri dati dall´archivio, è sufficiente contattarci attraverso uno dei canali messi a disposizione.
Tutti i dati sono protetti attraverso l´uso di antivirus, firewall e protezione attraverso password.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio