"A Cavalcat": addio vecchie e care tradizioni del Carnevale di Laurenzana

17-01-2016 13:52 -

LAURENZANA - "Ci Carneval s vole fa, ra Sant´Antuono addà cumnzà". A Laurenzana, nei tempi andati, il Carnevale prendeva il via dal giorno di Sant´Antuono o Sant´Antonio Abate (il 17 gennaio), con la tradizionale "Cavalcat" - gara di corsa equestre (principalmente muli ed asini che ben bardati erano guidati da abili fantini anch´essi mascherati). La corsa si snodava lungo la strada statale 92 (con partenza dal "primo casello" delle Ferrovie Calabro Lucane) per poi immettersi nel centro abitato, fino a portarsi davanti alla chiesa del Carmine (dove è custodita la statua del Santo). Dopo la celebrazione di una solenne messa in onore di Sant´Antonio Abate, il sacerdote benediceva i quadrupedi ed i fantini, che riprendevano la corsa per le strade del paese, tra applausi ed incitamenti. I festeggiamenti si concludevano nelle cantine fra bicchierate, filastrocche, tiritere e canti al ritmo del "cupa cupa".